Contributo per sostenere investimenti nella diversificazione dell’attività agricola

Il Complemento dello Sviluppo Rurale (CSR) della Regione Abruzzo prevede l’attivazione dell’intervento SRD03 – Investimenti nelle aziende agricole per la diversificazione in attività non agricole, sulla base dei contenuti del Piano Strategico della PAC 2023-2027 dell’Italia (PSP).

L’intervento è concepito come strumento finalizzato ad incentivare gli investimenti per le attività di diversificazione aziendale che favoriscono la crescita economica e lo sviluppo sostenibile nelle zone rurali, contribuendo anche a migliorare l’equilibrio territoriale sia in termini economici che sociali.

L’Avviso sostiene gli investimenti delle aziende agricole in attività extra-agricole e persegue l’obiettivo di concorrere all’incremento del reddito delle famiglie agricole nonché a migliorare l’attrattività delle aree rurali e, allo stesso tempo, contribuisce a contrastare la tendenza allo spopolamento delle stesse. Per attività extra-agricole si intendono, quindi, le attività e i servizi che un’impresa agricola può esercitare, al fine di salvaguardare e incrementare i livelli di reddito, l’impiego di manodopera aziendale e/o di occupazione, avvalendosi delle proprie risorse.

I fondi sono concessi agli imprenditori agricoli, singoli o associati, che diversificano la loro attività avviando attività extra-agricole nelle zone rurali, con esclusione degli imprenditori che esercitano esclusivamente attività di selvicoltura e acquacoltura.

Sono finanziabili gli investimenti per la creazione, la valorizzazione e lo sviluppo delle attività agricole attraverso i seguenti interventi: 

  1. Agriturismo;
  2. Agricoltura sociale;
  3. Attività educative/didattiche;
  4. Trasformazione di prodotti agricoli in prodotti non compresi nell’Allegato I del TFUE e loro lavorazione e commercializzazione in punti vendita aziendali, limitatamente a birra, pane, dolci e pasta;
  5. Attività turistico-ricreative e attività legate alle tradizioni rurali e alla valorizzazione delle risorse naturali e paesaggistiche;
  6. Selvicoltura, acquacoltura (solo se tali attività vengono esercitate in forma non esclusiva) e manutenzione del verde e del territorio anche tramite la realizzazione di servizi ambientali svolti dall’impresa agricola per la cura di spazi non agricoli.

Le attività ammissibili sono:

  1. acquisto di macchine, macchinari, attrezzature, impianti tecnici e tecnologici e beni immateriali, acquisto e posa in opera (o montaggio) di strutture prefabbricate;
  2. interventi di costruzione, ristrutturazione e ammodernamento degli immobili e delle sistemazioni esterne;
  3. interventi di produzione di energia;
  4. spese generali collegate agli investimenti, comprensive di spese tecniche per onorari di tecnici incaricati e consulenti, compensi per consulenze in materia di sostenibilità ambientale ed economica, inclusi gli studi di fattibilità, ai fini del rispetto del principio della congruità e della ragionevolezza dei costi.

Il totale degli investimenti previsti dal Piano Aziendale deve essere compreso tra un importo minimo di € 20.000 e un importo massimo di € 250.000. Le domande con proposte progettuali di importo superiore a euro 250.000,00 possono essere comunque finanziate; in tal caso il contributo concedibile è calcolato sulla spesa massima ammissibile di euro 250.000,00.

Per la realizzazione degli interventi finanziabili è concesso un sostegno sotto forma di contributo in conto capitale. L’intensità del sostegno è fissata nella percentuale del 50% del valore degli investimenti riconosciuti ammissibili.

L’intensità del sostegno può raggiungere il 60% del costo dell’investimento ammissibile per gli interventi localizzati in specifiche aree.

La domanda di sostegno deve essere presentata sul SIAN, entro i termini di apertura e chiusura dello sportello (in fase di aggiornamento).

Per saperne di più, contattaci su info@digitalfinancing.it.

Share:

Facebook
Twitter
WhatsApp
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Categorie

Social Media

New From Animag

On Key

Contenuti simili

Credito d’imposta ZES UNICA 2024

Tra le proposte di revisione del PNRR elaborate dal Governo e sottoposte alla Commissione europea, vi è la previsione di una Zona Economica Speciale (ZES)

Credito d’Imposta per attività di R&S

E’ possibile per tutte le aziende italiane, richiedere il credito d’imposta, ovvero ottenere un  diritto di credito di cui si diventa titolari nei confronti dell’ente

Consulenze per:

Gestione Finanziaria

Ogni azienda ha l’esigenza di avviare un percorso di monitoraggio e controllo dal punto di vista finanziario.

Scopri di più

Clicca qui

Tax Optimization

La giusta strategia di riduzione del carico fiscale può aumentare il valore aziendale.

Scopri di più

Clicca qui

Trust & Protezione patrimoni

Il trust rientra a pieno titolo nella categoria degli strumenti di tutela e protezione del patrimonio.

Scopri di più

Clicca qui

Finanza Agevolata

Scopri come accedere agli incentivi dedicati alle imprese tra i fondi europei, nazionali e regionali

Scopri di più

Clicca qui
La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

 ENTRA A FAR PARTE DELLA NOSTRA COMMUNITY

 Mantieniti aggiornato sulle ultime novità che possono agevolarti

Puoi annullare l'iscrizione in qualisasi momento utilizzando il link incluso nella nostra newsletter. 

Scopri di più sulle condizioni d'uso